Nel cuore verde della Toscana

si trova un piccolo borgo abitato da 400 abitanti: Montisi, una frazione del comune di San Giovanni d’Asso e dal 1° gennaio 2017 del comune di Montalcino.

Montisi è il classico paesino medievale toscano: silenzioso, semplice, circoscritto, fatto di case in mattoni e stradine strette, strette dove solo con l’Ape o poco più si riesce a passare.
Luoghi come questo meritano di essere visitati senza una ragione ben precisa, non ci sono chiese o piazze di strabiliante fama o bellezza: qui è il borgo stesso che merita!

Come alcuni negozi, che sembrano essersi fermati nel tempo: la galleria Agnelli, che risale al 1870, la macelleria Casini degli anni ’40-’50 e, tra gli altri: IL BARRINO – L’OMBELICO DEL MONDO.

L’indole con la quale nasce

è quella di un piccolo bar di paese, “il Barrino” che da subito incarna il ruolo di piccolo centro di aggregazione svolge la sua attività soddisfacendo all’inizio bisogni soltanto “primari”, ad esempio servendo prime colazioni, o semplici bevande in altri momenti della giornata. A questo si aggiunge la vendita di giornali e riviste,  che ne integrano l’attività,una sorta di seconda casa per tutti gli abitanti del piccolo borgo toscano.

La situazione cambia volto in maniera graduale nel momento in cui nella vita di questo locale si inseriscono 3 fattori determinanti:

Il primo

è la gestione di tutta la parte che riguarda la cantina in maniera diversa dal solito. Cioè non  vendendo più il vino rosso od il vino bianco, come se fossero delle bevande a disposizione della clientela, proponendo il semplice prodotto a disposizione in quel momento, bensì ponendo attenzione sull’argomento e selezionando tutta una serie di prodotti sino a trovare quelli che più si confanno alle esigenze del cliente, che allo stesso tempo è maturato, cresciuto ed esso stesso è divenuto più curioso ed esigente. Questo evolversi di cose porta Il Barrino ad incontrarsi con l’azienda Ferrari Spumante che ne diviene partner stabile fino a diventarne “Ambasciatore nel mondo e poi una delle prime 5 mescite di Ferrari Spumante del Centro Italia.

Il secondo

è l’introduzione della
visione degli eventi sportivi,Il Barrino facendo un accordo con la società S.P.A.R.M. alla quale paga l’affitto per i suoi locali, ha preso l’uso dei locali dell’attigua sala cinematografica, nella quale ha introdotto un videoproiettore in alta definizione adeguato alle dimensioni del locale, facendo sì che l’audio delle partite fosse pari a quello di una proiezione cinematografica, con tutti gli effetti ed il coinvolgimento che si prova in quel contesto, creando un ambiente unico ed esclusivocreando uno spirito sportivo grande che è tipico della visione di eventi importanti condivisi in gruppo.

Il terzo

e non ultimo fattore,
che ha determinato un cambiamento dell’attività del bar è sicuramente collegato ai primi due; ed è l’organizzazione di eventi che si intersecano con la normale attività di gestione, proponendo prodotti esclusivi nell’ambito degli stessi, sfruttando spesso il secondo fattore per dare occasione alle persone di raggrupparsi e condividere insieme oltre alle emozioni del grande evento sportivo ( campionati mondiali ed europei di calcio, olimpiadi e gran premi sia di auto che di motociclismo), anche quello di cenare o fare merende in comitiva per divertirsi e socializzare, senza che questo rappresenti per i clienti una spesa proibitiva. A questo tipo di eventi abbiamo affiancato eventi musicali, eventi teatrali, culturali o semplicemente feste da ballo od eventi puramente goliardici.